Make your own free website on Tripod.com

 

 


Enio Home Page


Museo delle Palafitte


Valle di Ledro

 

Alla corte di Bacco

 

Bezzecca

 

Fontana di Arco

 

Lavarone

 

Vacanze 2001

 

INDICE RIFERIMENTO

 

Medieval Time  - Un giorno d'estate la visitammoright

in Trentino - 2002

Peschiera del Garda 10 settembre 2002

Di ritorno dalle feri estive, Marina, una nostra amica di Verona, ci ha invitato a farle compagnia, alla rappresentazione,a Peschiera, dello spettacolo Medieval Time. Ci troviamo all'ingresso del castello alle 21 esatte e lei non si sbottona sul tipo di spettacolo a cui andiamo ad assistere. Si è unita a noi una coppia di fidanzati di Genova, amici di entrambe le coppie. All'ingresso veniamo muniti di un cappello con visiera colorata che ci da "l'appartenenza", quindi tifosi sfegatati, a uno dei cavalieri medioevali che sfiderà, in singolar tenzone gli altri antagonisti che dovranno impedirgli la conquista della mano della bellissima principessa, messa in palio da un Re solenne che la vuole accasare. I 4 cavalieri aiutati da fidati scudieri e alfieri, si cimenteranno per la durata di 2 ore, in giochi di abilità, sfidandosi a cavallo e  in combattimenti corpo a corpo "TUTTO PER CONQUISTARE LA MANO DELLA PRINCIPESSA". Noi comodamente seduti sulle tribune pronti per tifare il nostro cavaliere mentre si gusta un "ricco" pranzo, accompagnato da bevande senza limiti! . Il ricco pranzo è servito in un piatto di alluminio e una ciotola anch'essa di alluminio e le libagioni in un robusto bicchiere dello stesso materiale. Quindi una cena spettacolo in un clima medievale e  un'ambientazione fiabesca, ospitati in un castello. Dapprima ci portano la focaccia del re, una pizza bianca con pomodoro, una margherita senza mozzarella. Poi nel piatto ci mettono un pollo, neanche tanto grande, arrostito, alla stessa maniera di quelli che si comperano nei mercatini rionali. Davanti al nostro tavolo c'è un continuo via vai di due damigelle che versano vino, birra o Coca Cola, a richiesta una grande quantità. Durante il pranzo si scatenano i duelli nell'arena e noi a tifare per il nostro cavaliere che nel frattempo si era presentato alla sua ciurma di tifosi vocianti. Dimenticavo.. Medieval Dinner Show è una cena medievale.. quindi dimenticatevi di poter utilizzare le posate!Il nostro tifo è servito a spingere il cavaliere della nostra contrada nella conquista della mano della figlia del Re che ci "ospitava". Naturalmente, non ricordo bene, al quinto o sesto bicchiere di vino, dopo esserci pulite le mani con delle salviettine umide e profumate serviteci dalle donzelline addette al servizio, si è scatenato l'inferno. Gente che fino ad allora era rimasta quieta e tranquilla ad usare le mascelle e a sgranocchiare il pollo, prendendo nella destra il piatto e nella sinistra la scodella incominciava a tifare e 

 

La focaccia del re

 

Il pollo servito

 

Il menu di quella sera

 

Donatella e Marina

 

ad urlare a favore del suo protetto e a inveire di tutto e di più contro il cavaliere avversario che voleva abbatterlo a colpi di spadone o di alabarda. Alla fine dei giochi uno solo rimase in piedi, il vincitore, che purtroppo o per fortuna non aveva i nostri colori, ma quelli dei nostri vicini che non la smettevano un minuto di sfotterci, ricevendo da noi la pariglia. Il vincitore si avvicina al palco del Re e quando sta per salirvi ed abbracciare la dolce fanciulla, come succede in quei film dove non c'è il lieto fine, arriva il solito rompicoglioni, un cavaliere nero con 4 aiutanti anch'essi vestiti di nero che aggrediscono il nostro eroe. La battaglia si fa cruente, a colpi di spadoni e alla fine il cavaliere non vince, soccombe e la pulzella viene portata via a suo padre dal cavaliere nero. Alla fine, si riaccendono le luci e i duellanti attori, si inchinano verso il pubblico e noi si deve tornare a casa, abbastanza soddisfatti della serata. Per fortuna che Donatella ha la patente ed è un'ottima guidatrice altrimenti mi sarei fermato a dormire nella prima aiuola che avessi trovato, tanto era il vino che avevo ingurgitato... cavolo dovevo recuperare ben 28 Euro, versati per il biglietto e tenete conto che io dovevo moltiplicare la spesa per due.

 

 

Al gruppo manco io che fotografavo gli altri

 

 


Ingresso del castello incantato

 

        Enio   Home   Page   INDICE   RIFERIMENTO  

 
  

  Return to Top    

@nonnoEnio